Quanto accettiamo qualcosa che accade e che non dipende da noi? quante energie spendiamo a tentare di modificare ciò che non può esserlo e a negare quelle emozioni, spesso negative, che quella frustrazione ci provoca? Dopo più di un anno di chiusura ora sembra di tornare a vivere con le aperture, i vaccini in corso, le vacanze già fatte o da fare a breve. Cosa ha a che fare l’accettazione con le nostre vite in questo momento? E poi, accettare significa dimenticare?Leggi altro →

Vulnerabilità, sostantivo femminile, dal vocabolario: 𝗽𝗿𝗲𝗱𝗶𝘀𝗽𝗼𝘀𝗶𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗮 𝗲𝘀𝘀𝗲𝗿𝗲 𝗮𝘁𝘁𝗮𝗰𝗰𝗮𝘁𝗼, 𝗼𝗳𝗳𝗲𝘀𝗼. Perfino le righe dei dizionari più comuni associano a questa parola un’accezione negativa e nella società in cui dobbiamo essere efficienti – anche se attorno a noi tutto sembra crollare – e condurre una vita da supereroi col paraocchi, che spazio ha la vulnerabilità? 𝗘 𝗻𝗲𝗹𝗹𝗮 𝘃𝗶𝘁𝗮 𝗱𝗶 𝘂𝗻𝗮 𝗱𝗼𝗻𝗻𝗮? a cui spesso l’aggettivo “vulnerabile” segue subito quello di “emotiva”… cosa vuole dire essere forti? cosa vuol dire essere vulnerabili? scopriamo assieme quale può essere la strada per il coraggio.Leggi altro →