L’emozione della settimana: tristezza

๐—Ÿ๐—ฎ ๐˜๐—ฟ๐—ถ๐˜€๐˜๐—ฒ๐˜‡๐˜‡๐—ฎ ๐—ฒฬ€ ๐˜‚๐—ป๐—ฎ ๐—บ๐—ฎ๐—ป๐—ฐ๐—ฎ๐—ป๐˜‡๐—ฎ, ๐—ถ๐—น ๐˜€๐—ฒ๐—ป๐˜๐—ถ๐—ฟ๐˜€๐—ถ ๐—ฝ๐—ฟ๐—ถ๐˜ƒ๐—ถ ๐—ฑ๐—ถ ๐—พ๐˜‚๐—ฎ๐—น๐—ฐ๐—ผ๐˜€๐—ฎ… una forma di solitudine? qualcosa che รจ stato e non tornerร ? Nella nostra cultura non รจ bene mostrare emozioni negative, ma la tristezza รจ parte di noi, cosรฌ come lo sono la gioia, o la paura e la rabbia. In altre culture la tristezza non ha la stessa valenza negativa, ma รจ un ๐—ฝ๐—ผ๐—ป๐˜๐—ฒ ๐˜ƒ๐—ฒ๐—ฟ๐˜€๐—ผ ๐—พ๐˜‚๐—ฎ๐—น๐—ฐ๐—ผ๐˜€๐—ฎ ๐—ฑ๐—ถ ๐—ป๐˜‚๐—ผ๐˜ƒ๐—ผ. Ed ecco che la tristezza si trasforma in poesia, canzone, musica. In Brasile ogni 30 gennaio si celebra il “dia da saudade”, della presenza nell’assenza, della terra natia che abbiamo lasciato e non torna piรน, della dolce malinconia che ๐—ฎ๐—ฝ๐—ฟ๐—ฒ ๐—น๐—ผ ๐˜€๐—ฝ๐—ฎ๐˜‡๐—ถ๐—ผ ๐—ฎ๐—น ๐—ฑ๐—ฒ๐˜€๐—ถ๐—ฑ๐—ฒ๐—ฟ๐—ถ๐—ผ, al ritmo coinvolgente della samba… con Massimo Buratti parliamo di tristezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarร  pubblicato.