La poesia di Alda Merini è una richiesta, che suona come un invito per ciascuno di noi: “ho bisogno di silenzio”, dice. Non un silenzio  ostinato, rancoroso, adirato, ma il silenzio di chi va in cerca dentro di sé dei propri pensieri, di qualunque tinta emotiva essi siano. I suoi versi sono un’esortazione a prendersi una pausa dal mondo, dalle parole, dal rumore, per avvicinare l’orecchio a sé. Un silenzio fertile, si potrebbe dire, che diviene improvvisamente una necessità, un’emergenza. Quando questo silenzio prende vita occorre fare attenzione, averne cura, difenderlo, magari insieme ad un amico – vero – che sappia stare accanto, in attesa, comprendendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.